Categories:

È difficile spiegare che cosa significhi trovarsi in una condizione di ipoacusia — la mancanza di chiarezza nella conversazione, la sensibilità ai rumori forti, il senso di stanchezza che deriva dal pesante tentativo di comunicare. Si tratta di una disabilità invisibile che viene spesso fraintesa, sottovalutata o addirittura ignorata – a volte anche dalle persone che ti sono più vicine. Ma può avere un grande impatto sulla tua vita, e sulla vita di quelli che ti amano.

Queste sono le cinque cose sull’ipoacusia che tutti dovrebbero conoscere.

1. L’ipoacusia stanca.

Quando ci si trova in una condizione di perdita dell’udito, ascoltare significa fare fatica. È difficile da capire per chi ha un udito normale, perchè per la maggior parte delle persone è praticamente automatico ascoltare e capire.

Il miglior modo che io conosca per spiegarlo è ricorrere all’esempio del gioco “La ruota della fortuna”. Si leggono alcune lettere, altre lettere non ci sono. Il concorrente (o nel nostro caso l’ascoltatore) cerca di dare un senso ai suoni incompleti che sta ascoltando, e trasforma poi questi suoni in una parola o in una frase che abbia senso nel contesto della conversazione. Non è per niente facile, soprattutto dal momento che la conversazione non si arresta mentre tu stai facendo questa operazione extra.

2. Non sono stupido e non sono maleducato.

È vero, potrei a volte rispondere in modo poco appropriato a domande o non capire lo scopo di una conversazione, ma non sono stupido. Ho semplicemente frainteso ciò che hai detto. E se non rispondo al tuo saluto o al tuo “mi scusi” tra i banchi del supermercato, non è perchè ti sto ignorando. È semplicemente perchè non ho sentito.

3. Gli apparecchi acustici non funzionano come gli occhiali.

Le lenti trasformano immagini sfuocate in qualcosa di nitido e chiaro, riportando alla normalità quanto stai osservando. Ma con gli apparecchi acustici, non è la stessa cosa. Gli apparecchi acustici amplificano i suoni, ma questo li rende solo più alti di volume, non necessariamente più nitidi o più chiari. Gli apparecchi acustici non differenziano i suoni, per cui, oltre ad alzare i suoni della conversazione, vengono amplificati anche i rumori di sottofondo come il ronzio del freezer o del condizionatore. Questo può rendere veramente difficile sentire in certe situazioni!

4. Non c’è bisogno che tu parli per me.

Non sono un bambino, nè un invalido. Se qualcuno mi chiede qualcosa e io non ho capito, per favore ripeti in modo tale che possa rispondere io. Fare altrimenti è offensivo e umiliante.

5. Alcuni trucchi che possono aiutare molto.

Mettiti di fronte a me quando mi parli e mantieni visibili le tue labbra. Non parlarmi da un’altra stanza e assicurati di avere la mia attenzione prima di cominciare a parlare. Io voglio sentire quello che mi dici e sto cercando di fare del mio meglio. Se seguirai queste regole, capirò che anche tu starai facendo lo stesso.

Tags:

Comments are closed